Home

Notizie

26/04/2016

Key4biz: Smart Grid in Puglia: ecco il progetto Enel con Vodafone e TIESSE

Presentato a Bari il progetto Puglia Active Networks, per lo sviluppo di una rete elettrica regionale smart in collaborazione con Enel Distribuzione, Vodafone e TIESSE.

di Paolo Anastasio | @PaoloAnastasio1 | 26 aprile 2016, ore 12:00

wpid-17185_SmartGrid

Migliorare la performance della rete elettrica pugliese, puntando sullo sviluppo delle Smart Grid, le reti di distribuzione intelligenti che nei prossimi anni saranno alla base delle rinnovabili e delle Smart City del futuro. E’ questo l’obiettivo di “Puglia Active Networks”il progetto di Enel Distribuzione, in collaborazione conVodafone per la connettività e TIESSE, l’azienda di Ivrea specializzata in tecnologie di rete del tutto made in Italy, che si è aggiudicata la gara per la fornitura dei router per l’automazione della rete a media tensione pugliese.

Il progetto è sostenuto dall’Unione Europea (fondi per 85 milioni per le smart grid e la mobilità sostenibile) e dal Ministero dell’Ambiente ed è stato presentato venerdì a Bari dal presidente della Regione Michele Emiliano, alla presenza fra gli altri diGianluigi Fioriti, amministratore delegato di Enel Distribuzione,Donata Susca, responsabile Network Development, Global Infrastructure & Networks Enel.
L’obiettivo è fare della Puglia la prima regione italiana sul fronte delle smart grid, un settore nel quale l’Italia è all’avanguardia in Europa, in un territorio molto attivo sulle tematiche ambientali che negli ultimi tempi hanno raggiunto una maggior consapevolezza nel nostro paese con il referendum, con 13 milioni di italiani che hanno votato ‘sì’ all’ultimo referendum, per chiedere al governo l’abbandono dei giacimenti di idrocarburi e l’incremento degli investimenti sulle energie rinnovabili.

Soddisfazione per l’avvio del progetto da parte di Mario Ciofalo, presidente TIESSE: “Abbiamo investito – commenta Ciofalo –risorse e mezzi per lo sviluppo e la ricerca di Imola Smart Grid, l’apparato che si è aggiudicato la gara Enel”. Questo progetto pugliese, osserva, “ci posiziona ancor di più come produttori e fornitori di Router con i requisiti necessari alle applicazioni per reti mission critical, e conferma la nostra vocazione nel settore delle Internet of Things con soluzioni che alle funzionalità avanzate di un routing aggiungono funzionalità specifiche della soluzione applicativa in ambito Smart Grid”.

L’intervento sulle cabine elettriche

Enel interverrà su circa ottomila cabine elettriche integrando un moderno sistema di comunicazione che collegherà la rete in media tensione ad un sistema di controllo centrale. In questa maniera le informazioni e dati sui consumi viaggeranno in tempo reale da una cabina all’altra.

L’obiettivo è realizzare una rete intelligente che per gestire il servizio elettrico attraverso l’energia generata dagli impianti rinnovabili distribuiti sul territorio regionale. Questo sistema garantirà un equilibrio costante tra domanda ed offerta di energia.

“Le Smart Grids sono indispensabili per assicurare un sistema elettrico economicamente efficiente e sostenibile, con basse perdite e una elevata qualità del servizio, sicurezza della fornitura, sicurezza fisica, rispetto dell’ambiente. – ha detto Gianluigi Fioriti –La scelta della Puglia per lo sviluppo di questo progetto è stata naturale per la grande attenzione che da sempre questa regione dimostra nell’adozione di politiche di sviluppo delle città intelligenti del futuro, dell’efficienza energetica, della mobilità elettrica, del turismo sostenibile, della produzione da fonti rinnovabili. Grazie a Puglia Active Network, Enel Distribuzione conferma la leadership tecnologica italiana nell’innovazione energetica e il suo impegno concreto per l’evoluzione del sistema di rete in chiave smart”.
“Il progetto – ha aggiunto Donata Susca – farà della Puglia la prima regione al mondo a testare il nuovo sistema elettrico. Le tecnologie pugliesi verranno esportate in futuro in paesi come Romania, Spagna e Sud America”.

Mobilità elettrica

Un altro obiettivo di ‘Puglia Active Network’ è lo sviluppo di una rete di ricarica per auto elettriche sul territorio con l’installazione di 150 nuovi punti di ricarica per integrare i 42 già esistenti. Le colonnine saranno montate sulle principali arterie della Regione.

Il progetto è stato presentato per il bando NER300, lanciato dalla Commissione europea per sostenere l’installazione di tecnologie innovative per energie rinnovabili. A fronte di un valore complessivo di circa 170 milioni di euro, Enel Distribuzione ha ricevuto un finanziamento di circa 85 milioni di euro.

Ma cosa sono le Smart Grid e perché sono importanti?

Le Smart Grid sono reti elettriche che possono integrare in modo intelligente il comportamento e le azioni di tutti gli utenti ad esse collegati – i generatori, i consumatori e quelli che fanno entrambe le cose – per fornire in modo efficiente, sostenibile, economico e sicuro le forniture di elettricità. Con il concetto di smart grid si aggiunge capacità di analisi, monitoraggio, controllo e comunicazione al sistema di distribuzione e trasmissione elettrico, per ottimizzare l’efficienza del sistema e contribuire al risparmio energetico. In questo modo le reti diventano intelligenti e producono una enorme quantità di informazioni che migliorano il sistema, lo rendono più efficace, efficiente e sostenibile. Si passa così da un sistema di distribuzione mono-direzionale, dal generatore all’utenza, ad un sistema bi-direzionale, che tramite lo smart metering dei contatori intelligenti consente di raccogliere i dati sui consumi in tempo reale.

L’obiettivo è far dialogare fra loro nel modo più rapido e intelligente le reti elettriche e i network di telecomunicazioni, per moltiplicare la capacità di trasmissione M2M che sarà la colonna portante delle nuove reti del futuro.