Home

Notizie

09/09/2016

Da Key4Biz: ‘Microlys, competitivi in Asia con tecnologia Made in Italy’. Intervista Lorenzo Ciofalo (video)

Lorenzo Ciofalo, Amministratore Delegato di Microlys: ‘Competenza e tecnologia italiana alla conquista dei mercati asiatici’.

di Redazione | @Key4biz | 9 settembre 2016, ore 09:50

Foto di Lorenzo Ciofalo, A.D. Microlys Spa

Competenza e tecnologia italiana alla conquista dei mercati asiatici, dove siamo presenti da qualche anno in concorrenza con player giapponesi, coreani e cinesi”. Lo ha dettoLorenzo Ciofalo, Amministratore delegato di Microlys, società di Ivrea del Gruppo NVD di cui fa parte anche Tiesse Spa.

Microlys, nata nel 1981, è specializzata nella progettazione e realizzazione di testine di stampa ad aghi, utilizzate in applicazioni bancarie ed nella stampa multi copia di fatture e scontrini.

Mercato di grandi volumi, quelli asiatici, dove Microlys è in grado di “raggiungere i target necessari per competere alla pari con i concorrenti locali”, aggiunge Ciofalo, precisando che non solo il valore aggiunto generato da questo business ma anche tutto il know how tecnologico restano rigorosamente in Italia.

Cosa fa Microlys per TIESSE? “Microlys supporta TIESSE nelle fasi di assemblaggio finale dei prodotti – aggiunge Ciofalo – nell’ambito di una collaborazione di gruppo che valorizza le competenze e le specificità delle singole società”.

Key4Biz:Siamo ad Ivrea, siamo presso Microlys, società del Gruppo NVD e parliamo di Microlys con l’Amministratore Delegato Lorenzo Ciofalo. Cosa fa Microlys, come si colloca all’interno del gruppo e quali sono le attività principali in Italia e all’estero.

Lorenzo Ciofalo: “Microlys è una società nata nel 1981, che fa parte da una decina d’anni del Gruppo NVD ed è focalizzata nella progettazione e nella realizzazione di testine di stampa ad impatto. Le teste di stampa ad impatto sono le teste ad aghi comunemente usate in applicazioni bancarie piuttosto che in attività di stampa di scontrini POS. Sono una tecnologia elettromeccanica sviluppata molti anni fa, che ha raggiunto un certo grado di maturità nei mercati occidentali ma che è molto attuale e addirittura in crescita nei mercati asiatici. Quindi Microlys oggi è una società che conserva un posizionamento molto importante, sebbene limitato per effetto anche della dimensione di mercato qui in Occidente e sta sviluppando con successo ormai da qualche anno, un’attività di posizionamento e sviluppo sui mercati asiatici, dove prevalentemente i concorrenti e gli attori sono tutti asiatici, quindi giapponesi piuttosto che coreani o cinesi.”

Key4Biz: “Qual è la componente di tecnologie italiane e di competenze italiane in tutto quello che Microlys fa? 

Lorenzo Ciofalo: “Il posizionamento industriale su quei mercati è prevalentemente di natura logistica, quindi il fatto di poter accedere a un mercato molto diverso fatto di grandi volumi, piuttosto che di piccoli volumi e quindi a fornitori che non solo costano meno ma hanno anche la caratteristica di essere abituati a lavorare su volumi di scala molto elevata, consente di raggiungere quei target che sono necessari per essere competitivi contro il concorrente cinese piuttosto che giapponese. Ma tutto l’aspetto naturalmente di know-how e di ingegnerizzazione rimane qui in Italia, così come la gestione di tutto quello che è il business. Quindi il Prime-Contractor rimane sempre l’Italia.”

Key4Biz: “Microlys è parte del Gruppo NVD, Gruppo a cui appartiene anche Tiesse. E Microlys e Tiesse sono legate da un livello di operatività molto stretto. Cosa fa Microlys per Tiesse?

Lorenzo Ciofalo: “Microlys supporta  Tiesse nelle fasi di produzione finale dei dispositivi. Tiesse progetta e realizza interamente gli apparati che poi va a rivendere, gestisce tutta la parte di approvvigionamento e quindi tutta la filiera è sotto il controllo di Tiesse, ma tutti gli aspetti puramente industriali, quindi legati alla produzione del prodotto finale, dell’assiemaggio e del collaudo, sono gestiti in modalità di Contract-Manufacturing da Microlys, che sostanzialmente utilizza parti della struttura che già aveva per rendere questo processo più efficiente e insomma in un’ottica anche di cooperazione di un gruppo.

Abbiamo tre linee di produzione. Una serve sostanzialmente i prodotti meno focalizzati ad applicazioni dedicate, più generici, quindi è una linea di produzione molto automatizzata, che consente di gestire tutto quanto, tutti gli aspetti relativi all’automazione con software proprietario, quindi noi sviluppiamo non solo le soluzioni ma anche le attrezzature che poi servono per rendere molto più automatizzate ed efficienti le linee ed ha, anche nei processi di assiemaggio e spedizione finale, un certo livello di automazione che abbiamo raggiunto nel tempo.

Poi abbiamo altre due linee di produzione, una dedicata ai prodotti Enel e quindi certificata anche dal cliente finale e un’altra più con caratteristiche diverse con prodotti più dedicati al mondo del gaming.

Tutti i processi di collaudo e verifica dei prodotti sono effettuati all’interno. Il 100% dei nostri dispositivi viene verificato e collaudato prima di essere immesso sul campo. Gli strumenti che utilizziamo per fare queste attività sono strumenti realizzati dai nostri EDP interni, quindi sono strumenti realizzati da Tiesse in collaborazione con i nostri sistemisti e quindi strumenti proprietari, che poi vengono naturalmente integrati nei vari sistemi informativi per avere poi le informazioni di produzione. Questo consente un’automazione molto elevata e permette allo stesso tempo un controllo sulla difettosità piuttosto elevato, Lei consideri che abbiamo pochissimi rientri dal campo proprio perché nelle fasi di collaudo e verifica tutti quanti i prodotti sono sostanzialmente testati.”

Key4Biz: “Grazie a Lorenzo Ciofalo, Amministratore Delegato di Microlys, Gruppo NVD

Lorenzo Ciofalo: “Grazie a Lei.”