Home

Notizie

03/10/2016

Tiesse, i router Made in Italy a servizio dei grandi brand. Intervista a Vittorio Moscatelli (video)

Dentro l'azienda: Il Direttore Commerciale racconta come coniugare progetto e prodotto è divenuto un vantaggio competitivo sia in Italia che all'estero

di Redazione | @Key4biz | 3 ottobre 2016, ore 17:15
vittorio-moscatelli

Tiesse è un piccolo gioiello dell’industria italiana che a Ivrea, nel cuore della cultura olivettiana e ai piedi delle Alpi Cozie, progetta e produce router che forniscono connettività a grandi brand italiani che distribuiscono beni e servizi (molti dei quali mission critical, ovvero quelle reti che non ammettono “down”). GDO, utilities, industria, PA e aziende che operano in concessione di monopoli di Stato come Lottomatica, Sisal, Snai.

Perché è una realtà di successo? Ne abbiamo parlato con Vittorio Moscatelli, Direttore Commerciale di Tiesse che ci spiega un punto di forza imprescindibile: coniugare progetto e prodotto è divenuto un vantaggio competitivo sia in Italia (dove hanno sbaragliato grandi brand) sia all’estero, grazie al traino di grandi clienti come Enel.

Key4Biz: “Chi sono i clienti di Tiesse? Ne parliamo con Vittorio Moscatelli, Direttore Commerciale della società.

Moscatelli: “I nostri principali clienti sono aziende, quindi mercato corporate. Attualmente abbiamo una base installata intorno alle 400.000 unità presso le principali reti corporate italiane e i settori presso i quali operiamo vanno dalla grande distribuzione, all’industria, ai servizi, alle utilities e alla pubblica amministrazione.

Quindi direi che possiamo senz’altro annoverarci tra i principali fornitori di connettività presso aziende che operano appunto nel campo della distribuzione di beni e servizi. Quando parlo di beni e servizi parlo in termini generali, sostanzialmente dalla grande distribuzione in campo alimentare, nel campo della grande distribuzione dell’energia, dei carburanti, piuttosto che non in quella grandissima rete che è costituita dalle aziende che operano su base concessione dei monopoli di stato. Secondo gli ultimi dati di Confindustria ci sono circa 120.000 punti di presenza gestiti da aziende quali Lottomatica, piuttosto che non SNAI, Sisal, presso i quali noi,credo, vantiamo quasi un 50% del mercato.”

Key4Biz: “Quando questi prodotti si offrono ai clienti, l’italianità diventa un fatto di vantaggio, un fattore competitivo o crea qualche sbigottimento per l’insolenza commerciale di voler spodestare i grandi giganti americani o cinesi del networking?

Moscatelli: “Diciamo che questo atteggiamento probabilmente c’era fino a qualche tempo fa. Effettivamente fino a qualche anno fa il nostro approccio altamente competitivo e aggressivo ha creato qualche imbarazzo presso grandi brand e grandi nomi che occupavano determinate posizioni sul mercato. Gradualmente questo  fenomeno si è molto ridotto e direi che adesso proprio con le caratteristiche che Lei citava, cioè di avere il progetto e il prodotto completamente italiano, assolutamente ci ha fatto apprezzare come una realtà che sa coniugare la progettualità, e quindi la capacità di essere flessibili e vicini alle esigenze del cliente da un punto di vista sia di progetto cliente che di innovazione, alla possibilità di avere la qualità e la solidità dei processi produttivi che sono consentiti dal fatto di controllare completamente in casa anche la realizzazione del prodotto. E quindi questa abilità nostra che abbiamo raggiunto nel coniugare progetto e prodotto, effettivamente si è tradotta in un vantaggio competitivo che il mercato ci riconosce sempre di più.”

Key4Biz: “Vorrei ripetere la stessa domanda però proiettata verso i mercati esteri. Quando invece offriamo della tecnologia italiana, cosa può accadere o cosa accade concretamente a Tiesse?

Moscatelli: “Probabilmente da questo punto di vista c’è ancora molto da fare, nel senso che noi stiamo molto apprezzando gli sforzi che il “Sistema – Paese” e i rappresentanti del “Sistema – Paese” stanno facendo per promuovere l’immagine e il brand del Made in Italy, i risultati sono sotto gli occhi di tutti, probabilmente negli ultimi tempi l’Italia sta effettivamente riguadagnando campo e credo che con esso anche tutta l’italianità.

Per quanto riguarda l’aspetto della tecnologia, noi stiamo cercando di fare leva sulla presenza dei nostri clienti che si stanno affermando all’estero. Uno dei nostri principali clienti, come sapete, è Enel, ed Enel è un’azienda  che effettivamente ha fatto “shopping” all’estero, soprattutto in Spagna e in America Latina e quindi noi stiamo cercando di sfruttare la nostra grande presenza presso questo cliente per poter anche raggiungere i mercati esteri e direi che questo è uno dei nostri grandi obiettivi che vogliamo  perseguire nel corso dei prossimi anni.”

Key4Biz: “Grazie a Vittorio Moscatelli, Direttore Commerciale di Tiesse, Ivrea

Moscatelli: “Grazie a Lei.”