Home

Notizie

07/12/2016

Smart Grid in Puglia: inaugurata oggi la prima cabina primaria del network

E' stata inaugurata oggi a Grumo Appula la prima cabina primaria di trasformazione elettrica 'Smart' del gruppo Enel. Il progetto in collaborazione con Vodafone Italia e TIESSE.

di Redazione | @Key4biz | 7 dicembre 2016, ore 16:50

E’ stata inaugurata oggi in Puglia, a Grumo Appula, la prima cabina primaria di trasformazione elettrica ‘Smart’ del gruppo Enel. La Puglia diventa così la prima regione ‘Smart’ al mondo per estensione, nel quadro del progetto  “Puglia Active Networks”, il progetto di Enel Distribuzione, in collaborazione con Vodafone Italia per la connettività 4G e TIESSE, l’azienda di Ivrea specializzata in tecnologie di rete del tutto made in Italy, che si è aggiudicata la gara per la fornitura dei router per l’automazione della rete a media tensione pugliese.

La cabina primaria di trasformazione elettrica avrà funzionalità “Smart grid”: regolazione evoluta della tensione, migliore gestione in caso di guasto, accesso semplificato alla rete per le energie prodotte da fonte rinnovabile. La cabina primaria di Grumo Appula è parte integrante del progetto Puglia active networks (Pan), promosso da Enel Distribuzione e finanziato da fondi europei Ner 300.

E’ stato avviato un anno fa e prevede un investimento complessivo da 170 milioni di euro la metà dei quali provenienti dal bando europeo Ner 300. Obiettivo di Pan è ottimizzare il funzionamento della rete elettrica in Puglia; tra le regioni italiane a più alta penetrazione di generazione distribuita da fonti rinnovabili. Un sistema capace di ottimizzare i carichi di tensione e di migliorare il servizio sia in termini qualitativi, sia di riduzione delle interruzioni.

“Grazie a investimenti di questo tipo la Puglia si dota di una rete di distribuzione dell’energia elettrica all’avanguardia”, ha detto Gianluigi Fioriti, amministrazione delegato di e-distribuzione“L’entrata in esercizio di questa cabina, la più estesa d’Italia e anche al mondo – prosegue Fioriti – è il primo importante tassello per la realizzazione di un’opera strategica al servizio di una regione da sempre impegnata nell’adozione di politiche di sviluppo ispirate a principi di innovazione e sostenibilità”. “Questo progetto – aggiunge Fioriti – è strategico perché la realizzazione di questa cabina rappresenta un cambiamento radicale che permette una gestione evoluta, intelligente, della rete”.

Il progetto ha concluso ad aprile la sua prima fase vedendo l’installazione e aggiornamento di 1.200 cabine sulle 8.000 previste dal programma. La cabina primaria di Grumo rappresenta un ulteriore passo avanti verso la conclusione del programma. A oggi sono stati effettuati interventi su 3.900 nodi secondari, 10 nodi primari, 2 centri di controllo (Bari e Palermo) e grazie alle tecnologie di Vodafone è garantita la copertura in banda larga “always on Lte” di 8.000 nodi di rete in wireless 4G sempre attivi. “Il nostro obiettivo – evidenzia Fabrizio Rocchio, direttore Technology di Vodafone Italia – è essere abilitatori della digital transformation contribuendo, attraverso la tecnologia Vodafone allo sviluppo di reti e servizi all’avanguardia che predispongono al futuro”.

Il progetto permetterà di controllare in tempo reale i flussi di energia, ottimizzando la domanda di consumi a livello regionale, eliminando sprechi e abbattendo costi, consentendo infine il controllo di qualità costante della rete e della fornitura. La smart grid progettata da Enel offrirà anche la possibilità di ricaricare veicoli elettrici per la mobilità urbana.